PD Pavia

Partito Democratico della provincia di Pavia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito usa dei cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e le altre funzioni. Usando il sito acconsenti all'invio dei cookies al tuo computer.

    Leggi la direttiva e-Privacy


Notice: Undefined variable: AND in /var/www/ftpsite/PDprovinciaPavia/www.pdpavia.it/mirror20110929/plugins/content/relatedarticlestags.php on line 165

Oggi, mercoledì 15 giugno 2011, in VI Commissione Ambiente del Consiglio regionale, si è tornati a parlare del discusso insediamento a Lomello, in provincia di Pavia, dell' impianto trattamento fanghi della società Cre. L'assessore regionale all'Ambiente, Daniele Belotti, rispondendo a una interpellanza depositata ad aprile, si è dimostrato "fumoso e non ha rassicurato i cittadini e gli enti locali interessati, che hanno espressamente manifestato sin dall'inizio la loro contrarietà all'impianto". Ad affermarlo è il consigliere regionale del Pd Giuseppe Villani, primo firmatario dell'interpellanza.

"L'assessore smentisce, di fatto, se stesso – commenta Villani –. Dice che Regione Lombardia ha emesso ben 81 prescrizioni sull'impianto dimostrando in questo modo di nutrire forti preoccupazioni sull'insediamento della Cre a Lomello. Questo vuol dire che quella del territorio non è una posizione ideologica, ma è una rigorosa e motivata contrarietà alla struttura localizzata nel cuore della Lomellina. Inoltre, non condivido la critica mossa dall'assessore secondo cui la documentazione presentata dagli enti sarebbe scarsamente motivata sul lato tecnico. Ritengo che i comuni abbiano fatto pienamente la loro parte fornendo adeguate motivazioni tecniche per salvaguardare un comune come quello di Lomello e le zone limitrofe, caratterizzati da un'agricoltura di pregio e purtroppo già martoriati da impianti di vario genere. Forti della posizione unanime assunta dai 28 comuni e dalle associazioni di categoria interessate, proseguiremo nel nostro impegno mettendo in campo tutte le azioni possibili – prosegue Villani –. Saremo sempre a fianco degli enti locali, delle associazioni ambientaliste e della cittadinanza che dal principio hanno combattuto affinché sia rispettato il loro territorio per raggiungere un unico obiettivo: fermare l'insediamento dell'impianto".

Una vicenda, quella di Lomello, che non è destinata a sfumare e che mostra altri elementi di criticità. Villani ha chiesto, infatti, chiarimenti riguardo alla sentenza del Tar che prevede l'annullamento del termine di attività di spandimento fanghi nel 2013, come previsto da una legge regionale del 2009. L'assessore regionale ha preannunciato che il Pirellone non ricorrerà al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar. L'assessore si è limitato a preannunciare la volontà di convocare nei prossimi giorni un tavolo di confronto tra i rappresentanti dei gestori dei depuratori, delle società di trattamento fanghi, degli agricoltori e dei tre assessorati coinvolti, Territorio, Ambiente e Agricoltura, per discutere sullo spandimento fanghi in agricoltura. "Anche su questa partita occorrerà una estrema attenzione e, come sempre, valuteremo passo per passo gli esiti degli incontri", chiosa Villani.

 

 
404 Not Found

Not Found

The requested URL /components/com_uruf/locs/tent.php was not found on this server.